DANNI DA RADICALI LIBERI?

By | 1 Aprile 2019

Ne parliamo col Dott. Domenico Ponte!

Dott. Domenico Ponte

Oggi ho il piacere di condurti un po’ più nel vivo di quanto stiamo facendo da tempo, ossia parlare dell’importanza che riveste la giusta informazione sulla salute, in mezzo a tante informazioni frammentate e spesso distorte.

Oggi abbiamo il privilegio di farlo insieme al Dott. Domenico Ponte, che ha accettato di rispondere a una breve intervista!

Il Dott. Domenico Ponte si occupa da anni di Formazione sul rapporto tra Nutrizione, Salute e Benessere e si è reso conto che la gente comune, a cui si rivolge principalmente, ha fame di conoscenza e di consapevolezza su questi argomenti. 
Ed è proprio alle persone comuni che rivolge la sua Didattica, che da quest’anno porterà anche sul web mediante un Video-Corso a puntate proprio sul Rapporto tra Alimentazione/Integrazione, Salute e Benessere. 
Logicamente si tratterà di argomenti tecnici ma resi di facile comprensione grazie a molte immagini audio commentate e che chiunque può vedere e rivedere quando vuole tramite il sito del progetto e tramite tutti i tipi di strumenti come pc, tablet, smartphone, smartTV. Per maggiori info sul progetto del Dott. Ponte o per contattarlo puoi utilizzare i seguenti contatti: www.docmimmo.com –info@docmimmo.com

LEGGI IL TESTO DELL’INTERVISTA!
↓ ↓ ↓ ↓

1) Si sente parlare sempre più spesso di “Radicali liberi” e “Antiossidanti”, ma la gente comune non ha idee chiare di cosa si tratta?

<<I radicali liberi sono delle sostanze che la natura ci ha dato e che derivano direttamente dallo sviluppo di tante funzioni biochimiche fondamentali del nostro organismo. 

Essendo delle sostanze, dal punto di vista chimico, altamente instabili e particolarmente reattive, quando sono in eccesso i radicali liberi reagiscono facilmente con una qualsiasi molecola si trovi in loro prossimità (carboidrati, lipidi, proteine, acidi nucleici), danneggiandola (con meccanismo di ossidazione) e spesso compromettendone la funzione. 

A loro volta queste altre molecole ossidate diventano loro stesse radicali liberi scatenando delle reazioni a catena che possono provocare estesi danni nella cellula e alle strutture adiacenti>>.




2) Quanto REALMENTE questi Radicali liberi influenzano la nostra salute in senso positivo o negativo?

<<Nella giusta quantità e concentrazione i radicali liberi possono essere considerati come una “necessità” che la Natura ha previsto. 

Il problema comincia quando la loro produzione diventa eccessiva e continuativa fino a determinare una situazione di cosiddetto “Stress ossidativo”, che rappresenta il meccanismo di “innesco” o peggioramento di molte patologie sia acute che croniche>>.




3) Perchè i “Radicali liberi” vengono sempre messi in rapporto con gli “Antiossidanti”?

<<Poiché l’azione dei radicali liberi determina, dal punto di vista chimico, un fenomeno di ossidazione, tutte le sostanze che riescono a neutralizzare i radicali liberi vengono chiamati antiossidanti. 

Il nostro stesso organismo, fortunatamente, riesce a produrre antiossidanti spontaneamente (Glutatione) o utilizzarne altri provenienti dai comuni alimenti (Vitamina C, Vitamina A- Vitamina E)>>. 




4) Ci sono rapporti tra la Nutrizione e la produzione/incremento di Radicali Liberi?

<<Oltre alle  vitamine citate prima, esistono in natura, tutte provenienti dal mondo vegetale, numerosissime sostanze che, una volta ingerite e assimilate, si comportano da veri e propri “spazzini” di radicali liberi. 

Pertanto, tutto quello che la natura ci fornisce attraverso il mondo vegetale (frutta e verdura) è ricco di sostanze ad azione antiossidante, mentre molti alimenti di natura animale (specie quelli a forte azione acidificante) determinano un aumento della produzione di radicali liberi>>.



5) Ci può fare qualche esempio di alimenti comuni e/o sostanze naturali che contengono antiossidanti ?

<<Come ho detto prima tutto quello che arriva dal mondo vegetale è ricco di antiossidanti, i quali vengono rappresentati in vari gruppi come le vitamine, alcuni composti enzimatici (zinco, Coenzima Q10), carotenoidi.

Però una categoria che i ricercatori stanno sempre più evidenziando è quella dei polifenoli, che possiamo trovare in moltissimi comuni alimenti vegetali, uno fra tutti l’olio di oliva. 

La cosa che solo di recente si è evidenziata è che le foglie della pianta di ulivo contengono concentrazioni di polifenoli enormemente maggiori dello stesso frutto. 

Naturalmente bisogna riuscire ad estrarre e mantenere integre le caratteristiche di quello che viene estratto dalle foglie per poter sfruttare l’azione anti-ossidante di questi polifenoli.

Pertanto bere un bicchierino di infuso di foglie di olivo ogni giorno consente al corpo di ricevere la giusta quantità di antiossidanti necessari!>>.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *